Contributi affitto anno 2016 (L.R. 36/2005 - art. 12)

Contributi Affitto per l'anno 2016 - modalita e termini per presentare la domanda (scad. entro 31/03/2017).


Dal 15 febbraio al 31 marzo 2017 i cittadini in possesso dei requisiti richiesti possono presentare domanda per ottenere i contributi per le spese di affitto relative all’anno 2016, secondo quanto previsto dalla L.R. 36/05.

Possono presentare domanda di contributo i cittadini in possesso, al 15 febbraio 2017, dei seguenti requisiti:

  • contratto di locazione regolarmente registrato ai sensi di legge ed in regola con le registrazioni annuali - versamento imposta di registro o esercizio opzione cedolare secca;
  • canone mensile di locazione, al netto degli oneri accessori, non superiore a € 700,00;
  • conduzione di un appartamento di civile abitazione, iscritto al N.C.E.U., che non sia classificato nelle categorie A/1 (abitazione di tipo signorile), A/8 (ville), A/9 (castelli);
  • cittadinanza italiana o di altro Stato aderente alla Comunità Europea oppure (per i cittadini extracomunitari) possesso di carta o permesso di soggiorno in corso di validità e del certificato storico di residenza da almeno 10 anni nel territorio nazionale ovvero da almeno 5 anni nella Regione Marche;
  • residenza anagrafica nel Comune di Senigallia e nell’alloggio per il quale si richiede il contributo;
  • mancanza di titolarità, da parte di tutti i componenti il nucleo familiare anagrafico e/o di altri residenti nel medesimo alloggio, del diritto di proprietà, comproprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio, situato in qualsiasi località, adeguato alle esigenze del nucleo stesso, ai sensi dell’art. 2, comma 2 della L.R. 36/05;
  • valore ISEE non superiore all’importo annuo dell'assegno sociale 2016 (€ 5.824,91), rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 50%. Il valore ISEE è ridotto del 20% in presenza di un solo reddito derivante da lavoro dipendente o da pensione in un nucleo monopersonale.

Ai fini del bando, si considera nucleo familiare quello composto dal richiedente e da tutti coloro che, anche se non legati da vincoli di parentela, risultano nel suo stato di famiglia anagrafico al 15 febbraio 2017.
Per quanto concerne il nucleo familiare da riportare nella certificazione ISEE, si fa riferimento alla definizione di nucleo familiare dell’ISEE ordinario o standard, stabilita dall’art. 3 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 159 del 5 dicembre 2013.

La posizione reddituale del richiedente da assumere a riferimento per essere ammessi alla graduatoria è quella risultante dalla certificazione ISEE ordinaria, rilasciata nell’anno 2017, ai sensi del D.P.C.M. 5 dicembre 2013, n. 159, avente per oggetto i redditi e i trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari di tutti i componenti del nucleo familiare percepiti nell’anno d’imposta 2015 (dichiarazione dei redditi 2016), il patrimonio mobiliare e il patrimonio immobiliare.

La domanda di contributo può essere presentata presso una delle Organizzazioni Sindacali del Settore Abitativo convenzionate, utilizzando esclusivamente gli appositi modelli predisposti dal Comune, a pena di esclusione.

La domanda deve essere corredata obbligatoriamente dei seguenti allegati:
a. Certificazione ISEE in corso di validità;
b. Copia del contratto di locazione completa della ricevuta del pagamento dell’imposta di registrazione del contratto;
c. Copia delle ricevute di pagamento del canone di locazione per tutti i mesi dell’anno 2016 debitamente quietanzate.

Le domande presentate incomplete al punto da non poter consentire la normale procedura di istruttoria saranno automaticamente escluse.

Le domande possono essere presentate attraverso le Organizzazioni Sindacali del Settore Abitativo convenzionate.